Tutti pazzi per il last minute Gli unici voli sempre pieni sono i charter al terminal 2

A Malpensa, anche nel secondo fine settimana di esodo, spopola il last minute. Il piazzale degli aerei, di fronte al terminal 1, è molto meno affollato di un tempo e i banchi check-in tricolore pressoché dimezzati. Ma il viavai di chi parte e torna dalle vacanze non si ferma.
A Malpensa i charter soprattutto sono pieni e anche i low-cost, ai quali da poche settimane è stato addirittura riservato l’intero terminal 2, seconda base europea dopo Londra di Easyjet. Mete richieste l’Egitto, probabilmente la più conveniente in termini economici, Mombasa e Zanzibar, Ibiza, Palma di Maiorca, le isole della Grecia. Attirano, come sempre del resto, alcune capitali europee come Londra, Berlino e Madrid, soprattutto per i weekend. Le stesse destinazioni che, a prezzi ribassati, si possono trovare al banco di una agenzia viaggi last-minute al piano arrivi.
La vera novità sono gli Stati Uniti: con il dollaro debole molti italiani hanno scelto di trascorrere le vacanze oltre Atlantico, rotte su cui sono aumentate le offerte di collegamenti diretti. Ai check-in ci sono due lunghe code per la Tunisia. Clienti privilegiati del last minute sono i giovani che prenotano via Internet e sono più predisposti a preparare la valigia senza sapere la destinazione delle loro vacanze.