Tutti promossi i 5 «allagatori»

Questa mattina vengono pubblicati i risultati degli scrutini degli studenti del liceo classico Parini. E sui tabelloni, tra gli ammessi, alla seconda E, ci saranno anche i nomi dei 5 studenti sospesi per 15 giorni perché ritenuti responsabili dell’allagamento della scuola un mese prima di Natale.
Promossi, dunque, ma come? Dal consiglio di classe che li ha valutati un solo laconico commento: «In modo dignitoso». Si realizza, insomma, quello che era stato sin dall’inizio l’obiettivo del dirigente scolastico Carlo Perdetti e della maggioranza del consiglio di classe stesso: il recupero degli «allagatori» al normale andamento della scuola. Una sfida, che almeno per ora, sembra vinta. Una sfida soprattutto nei confronti di chi chiedeva per i responsabili di un gesto così assurdo, una sanzione severa, con una parte dei docenti dello stesso Parini che avevano addirittura auspicato la loro espulsione dal liceo.
A parte il risultato degli scrutini le famiglie dei cinque ragazzi stanno ora trattando con l'assicurazione il risarcimento dei danni. La trattativa, iniziata tempo fa, è abbastanza complessa ma sembra ormai arrivata a conclusione.
Comunque resta una brutta pagina l'allagamento irresponsabile della scuola per quello che si riteneva finora il più prestigioso liceo della città. In verità la scuola di via Goito, al di là dell’episodio dell’inizio dello scorso inverno, da anni non gode più della stessa considerazione: lo dimostra del resto il fatto che il Parini sia ormai il liceo classico che raccoglie meno iscritti rispetto alle scuole superiori dello stesso indirizzo che hanno una popolazione scolastica che supera il migliaio di studenti, con un numero di classi ben più numeroso. E qui la pubblicazione del tabelloni subirà di conseguenza un ritardo di alcuni giorni.

Annunci

Altri articoli