Tutti quei segreti nascosti nella bisaccia del pellegrino

Con esperti provenienti da tutto il mondo, il convegno «La bisaccia del pellegrino: fra evocazione e memoria» che si terrà, da oggi a domenica, tra Torino, Casale Monferrato e Moncalvo affronta un tema comune a tutte le grandi religioni. Pratica che ha origini lontane da ricercare nelle più antiche civiltà. Gli studiosi invitati al convegno, tra cui spiccano nomi quali Alessandro Roccati (importante egittologo), Frantz Grenet (il più grande iranista vivente) e Ananda Guruge (studioso di buddhismo e induismo), affrontano la questione da due punti di vista. Da un lato si concentrano sul modo di viaggiare del pellegrino, dall’altro pongono l’accento sul suo ruolo di portatore di cultura. Organizzato in un territorio caratterizzato dalla presenza d’importanti mete del pellegrinaggio, il Convegno offre anche un’occasione di riflessione sui valori e sui beni che le comunità di ogni religione sono chiamate a proteggere.