A tutto Derbi il primo «Motoh! Bcn» di Barcellona

da Barcellona

Dopo Milano, Parigi e Colonia, un’altra importante città europea si candida come capitale delle due ruote a motore. È Barcellona, dove si è svolta la prima edizione di «Motoh! Bcn», un Salone che al debutto ha raccolto oltre 200 espositori e più di 200mila visitatori. «Motoh! Bcn» esce dal canonico periodo autunnale, per presentarsi all’inizio della stagione migliore per l’acquisto di una moto o di uno scooter. Di conseguenza assume il ruolo di una vetrina completa. Ecco, quindi, che molti dei modelli che sono stati esposti sono già da tempo nelle concessionarie, ma non sono comunque mancate le primizie. Tra le anteprime molte sono state concentrate tra i quad, le moto a quattro ruote che in Spagna stanno riscuotendo un buon successo. In questa categoria rientrano in particolare le proposte provenienti da Taiwan, in particolare l’Mxu 500 di Kymco e il Crossland 500 di Aeon. Per quanto riguarda invece le due ruote vere e proprie, è stata la Derbi a portare il maggior numero di novità. Il capitale è italiano, con Aprilia, Moto Guzzi e Gilera, fa parte del Gruppo Piaggio, ma Derbi è comunque a tutti gli effetti un’industria spagnola e non ha rinunciato a fare gli onori di casa. Come tutte le aziende guidate da Roberto Colaninno, anche quella spagnola ha già presentato numerosi progetti nuovi nelle ultime settimane, riuscendo comunque a conservare qualcosa per questo appuntamento. Tutte le novità sono concentrate nella categoria delle 125, dedicate principalmente ai giovanissimi. È il caso della Mulhacén, edizione in scala ridotta della 650 con la quale Derbi si è recentemente lanciata nel segmento delle moto ognitempo. A metà strada tra il classico e il futuristico, ha uno stile «mediterraneo» ed è equipaggiata con un motore a 4 tempi che risulta essere il più potente e tecnicamente evoluto nella categoria 125. Nuovo è anche il Freexter 125, che sposa una tendenza recentemente nata in Inghilterra. È un modello dotato di una carenatura ridotta ai minimi termini, particolarmente adatto per muoversi con estrema agilità nelle città. Ai due 125 pronti per la commercializzazione si aggiunge il prototipo Cra07, concept di uno scooter a ruote alte, per soddisfare le esigenze della moda nata in Italia, ma che si sta diffondendo rapidamente nelle grandi capitali europee. Fuori dagli schemi classici, il Cra07 ha forme dure e spartane, per sottolineare il concetto di solidità.