Tutto in un giorno: la Lombardia svela i suoi segreti

Un viaggio tra i tesori milanesi e lombardi. Ma non solo, perché il Fondo per l’Ambiente Italiano domani e domenica aprirà i suoi tesori anche in tutta Italia in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio con apertura gratuita di oltre mille siti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, a cui si aggiungono oltre 250 realtà individuate dal Fai e Autostrade per l’Italia. «Le grandi strade della cultura. Viaggio tra i tesori d’Italia»: con questo slogan Giulia Maria Mozzoni Crespi inaugura l’apertura del nuovo ciclo di eventi. Le visite saranno tutte guidate a partire da quelle che si svolgeranno nella nostra città. Dal Cimitero Monumentale (dalle 9,30 alle 17)a Villa Necchi Campiglio in via Mozart 14, (10 - 17,30). A Palazzo Litta, invece, in Corso Magenta 45 , in occasione delle giornate del patrimonio e grazie all’iniziativa «Invito a palazzo» firmata dalla direzione regionale per i Beni culturali, è prevista una magia: per il fine settimana le sale si trasformeranno in un palcoscenico grazie agli attori del teatro «di casa»: in abiti settecenteschi, saranno loro a far rivivere l’antico sfarzo del palazzo. Nel pavese l’apertura straordinaria del fondo storico della Biblioteca Universitaria di Pavia (20,15 - 18,30), mentre a Castelseprio a Varese il Parco Archeologico protetto dall’Unesco e la Villa Collezione Panza di Biumo (10-17,30). A Mantova si può rendere omaggio al Codice Boccadoro legato alla botanica, all’architettura e all’alchimia (20,15-13,45). Anche Lodi mostra i suoi capolavori con gli affreschi della Biblioteca dei Filippini (10-12/17-18) in Corso Umberto 63. A Come invece, proiezione cinematografica «Via si parte, e si dà principio all’arte» all’archivio di Stato in via Briantea 8 (16,30-19). A Brescia saranno aperti i Musei Mazzucchelli; dall’arte alla moda al vino e a Crespi D’Adda (BG) e a Capriate San Gervasio, il Mausoleo della famiglia Crespi in piazza Vittorio Veneto 1.