Tutto il mondo in una stanza L’«Hikkimori» non esce mai

Un fenomeno sociale che sta allarmando il Giappone. «Hikkimori», «ritirato» riguarda mezzo milione di adolescenti che si rifiutano di uscire dalla propria stanza. Si rifiutano categoricamente di vivere in mezzo al mondo. Alcuni restano chiusi e isolati per anni, rinunciando a ogni tipo di contatto con l’esterno. Non comunicano con nessuno, nemmeno con i genitori. Un mondo in una stanza. Schiacciati da un’etica troppo rigida del lavoro si rifiutano di andare a scuola e di socializzare. «Hikkimori» è diventato un problema sociale talmente grande che anche il regista cinematografico Katsumi Sakaguchi ha girato un film: «La torre blu», in cui si dipinge il percorso travagliato spirituale del protagonista di diciannove anni. Blu come il colore - secondo il regista - della depressione, dell’immaturità e la solitudine della gioventù.