«Tutto in regola a San Patrignano»

«Gli accertamenti sinora disposti dal ministero della Giustizia hanno mostrato che le Comunità «San Patrignano» di Rimini e «L’Incontro» di Amelia» soddisfano i requisiti necessari secondo quanto attestato, a norma di legge, dalle regioni competenti». Lo afferma una nota del ministero della Giustizia in merito all’iniziativa annunciata dal Guardasigilli Clemente Mastella alla Camera di avviare verifiche sulla regolarità dell’iscrizione delle due comunità terapeutiche in relazione all’albo del ministero della Giustizia. «Le recenti modifiche normative - precisa la nota del ministero - prevedono ulteriori e più dettagliati requisiti di idoneità che sarà compito delle Regioni precisare e verificare». Mastella aveva annunciato a sorpresa la necessità di verifiche sulle due comunità dopo un’interrogazione di un deputato dei Comunisti italiani. «Il ministro della Giustizia - commenta Maurizio Gasparri di An - avrebbe potuto rispondere giovedì in occasione del question time sui requisiti delle Comunità Incontro e San Patrignano, documentandosi prima e mostrandosi meno vile di fronte ai suoi colleghi di coalizione». «La nota dell’ufficio stampa del ministero - conclude l’esponente di Alleanza nazionale - non fa che confermare quanto, nella pratica, queste due Comunità stanno già dimostrando da tempo, recuperando e riabilitando centinaia di ragazzi altrimenti persi nel tunnel della droga».