Tutto rimandato agli spareggi del 29 e 30 maggio

Domenica e ieri sono stati chiamati al voto circa 12,8 milioni di italiani, in 1.288 comuni, di cui 30 capoluoghi, e in 11 Province. Oltre 134mila, inoltre, i diciottenni che per la prima volta sono entrati in un seggio elettorale. Undici le città andate al voto con una popolazione superiore a 100mila abitanti: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Trieste, Ravenna, Cagliari, Rimini, Salerno, Latina e Novara. Arezzo, Barletta e Catanzaro, appena sotto quota 100mila. Nel complesso l’affluenza alle Comunali, con l’eccezione del dato del Friuli Venezia Giulia e di un solo comune della Val d’Aosta, è stata pari al 71,09%, oltre un punto in meno rispetto al 72,83% della tornata precedente. In flessione anche il dato relativo alle Provinciali, dove l’affluenza si è attestata al 59,63%, stabile rispetto al 60,88% precedente. In attesa dei ballottaggi di domenica 29 e lunedì 30 maggio, su 30 capoluoghi al voto 20 erano governati dal centrosinistra. Questo il bilancio nelle Province: fino a ieri 7 a 4 per il centrosinistra.