Tutto sbagliato, tutto da rifare

Caro Lussana, ad onor del vero, sono contento, ma un po' mi girano. È dai tempi della Berta, si quella che filava la lana, tanto per intenderci, che vado dicendo che in quel di Parigi (e non solo) accadono le cose che hai appena descritto sul tuo fondo di venerdì. Parlo dei depliant o chiamatele brochure se si preferisce, dico di quelle impolverate e deposte in chissà quali meandri dell'ufficio Enit eiffelliano e che descrivono al richiedente la bella Genova e l'altrettanta Liguria.
Si, però quella dei nostri avi, o giù di lì. E chissà se quei listini prezzi degli alberghi (...)