È tutto uno scatta scatta

Le ragioni per cui il settimanale Oggi strapagò le foto di Silvio Sircana solamente per ritirarle dal mercato non sono chiare per niente. Può essere che il direttore non voglia dare delle spiegazioni serie prima di averle date alla magistratura. Nel caso, il medesimo potrebbe chiarire anche un altro mistero di cui parlò Anna Falchi in un interrogatorio reso a Potenza.
Nel computer sequestrato al marito Stefano Ricucci dalla Guardia di Finanza, racconta l'attrice, c'erano delle foto rigorosamente private dove lei figurava a letto con il suo gatto, nuda. Delle foto non seppe più nulla, sinché le giunse una telefonata da Oggi: «Era una donna, diceva: abbiamo queste foto, però, se è disposta a fare un'intervista, non le pubblichiamo».
Uno scambio, diciamo. «Non mi scandalizzai, io sono la regina dei calendari, però si trattava di materiale privato e la cosa mi preoccupava, soprattutto perché mio marito intanto stava dove stava». In galera.
Va detto che Anna Falchi sostiene che l'intervista poi non si fece e che riuscì comunque a tamponare la cosa. Tutto questo l'ha detto a un magistrato, ma speriamo che si sia sbagliata. Speriamo che abbia preso lucciole per ricatti.