Tv della Libertà in diretta sull’omicidio «evitabile»

L’ultima volta che sono venute in Liguria, per una diretta in piazza, le troupe della Tv della Libertà hanno sollevato un vespaio di polemiche. Il sindaco di Sestri Levante non aveva concesso l’uso del suolo pubblico per le riprese. Oggi l’emittente diretta da Giorgio Medail sarà nuovamente in collegamento con la Riviera, ma questa volta con quella di ponente. Gli interventi in diretta con la Tv della Libertà saranno fatti da Sanremo e l’argomento forte sarà quello legato all’omicidio di Antonella Multari, la ragazza uccisa in strada con 44 coltellate da Luca Delfino, l’ex fidanzato che era il sospettato numero uno per l’omicidio di un’altra sua ex fiamma.
Argomento scottante, anche perché l’emittente aveva già approfondito quel caso, e tutte le relative polemiche, all’inizio di settembre, raccogliendo la richiesta dei cittadini di non dimenticarsi del fatto una volta passato d’attualità. E a Sanremo nessuno è disposto a dimenticare, soprattutto a lasciare che vengano messe in giro voci su presunti «contratti» televisivi fatti ai genitori della vittima. Malignità a cui si oppone con forza il Circolo delle Libertà «Noi gente comune», che ha allestito da due giorni un gazebo in piazza e che oggi, dalle 16 alle 17, sarà collegato tramite una webcam con lo studio romano della Tv.
Come di consueto telecamera e microfono saranno a disposizione di quanti vorranno liberamente intervenire per discutere di quell’omicidio e del fatto che l’assassino fosse ancora in libertà nonostante le gravi accuse nei suoi confronti e le ripetute minacce contro la sua nuova fidanzata, ben presto trasformatasi in nuova vittima. Le scelte dei magistrati, le esternazioni di Luca Delfino, le scelte dei suoi difensori che sembrano puntare alla seminfermità mentale, i rischi che la giustizia anche questa volta possa dimostrarsi troppo indulgente nei suoi confronti saranno i temi caldi. E soprattutto forniranno lo spunto agli approfondimenti per il dibattito in studio.