La tv tiene a galla l’audience col Laconia e il Titanic

I disastri portano buono. Al cinema, s’intende. È curioso che proprio nello stesso momento Mediaset e Rai abbiano varato due kolossal su due disastri immani: l’affondamento del Laconia, sulla tragedia dell’omonima nave inglese colata a picco il 12 settembre 1942, e Titanic: la storia mai raccontata sul transatlantico inabissatosi il 12 aprile 1912. "La nostra è una grande storia poco nota - spiega il direttore della fiction Mediaset, Scheri -; il Laconia era un mercantile inglese che nel 1942 imbarcò in Egitto 1800 soldati italiani, fatti prigionieri ad El Alamein, assieme a centinaia di ufficiali britannici e alle loro famiglie, diretto verso l’Inghilterra. All’epoca Italia e Germania erano ancora alleate; eppure, per un errore o per il sospetto che la nave trasportasse solo truppe inglesi, un U-boot nazista la silurò». Di questa tragedia dimenticata la fiction Mediaset ricostruisce nelle acque del Sudafrica il colossale affondamento - al costo di 13 milioni di dollari, per una coproduzione anglo-tedesco-italiana - «ma soprattutto le storie segrete e i drammi privati vissuti dai protagonisti, che la sciagura legò fra loro al di là delle divisioni belliche». E che in un cast internazionale saranno interpretati anche dai nostri Ludovico Fremont e Paolo Conticini. Al contrario stranota, e già iper-sfruttata (tre film, e James Cameron che prepara una versione 3D del suo kolossal da 11 oscar) è la tragedia del Titanic. Anche per questo, e magari per distinguersi dall’analoga fiction dell’ABC, interpretata da Helen Mirren, il kolossal Rai «non gareggerà con Hollywood nel ricostruire l’affondamento - spiega il responsabile Luca Milano - ma svelerà quello che è accaduto prima. Come e perchè fu costruita la nave inaffondabile; i sogni che avrebbe dovuto realizzare; le storie di coloro che ne eressero la leggenda». Programmata per il 12 aprile 2012, centenario del disastro, e prodotta dai fratelli De Angelis assieme a francesi, irlandesi, inglesi e americani per 20 milioni di dollari, questo Titanic «si concluderà il giorno del varo del celeberrimo transatlantico».