Tyson finisce ancora in manette Zuffa con paparazzo all'aeroporto

L'ex campione mondiale dei massimi arrestato (e poi rilasciato) allo scalo internazionale di Los Angeles dopo una rissa con
un fotografo, ricoverato in ospedale

Los Angeles - Iron Mike ancora nei guai. Non riesce a tenere le mani a posto. L'ex campione del mondo di pesi massimi Mike Tyson è stato arrestato all'aeroporto internazionale di Los Angeles dopo una zuffa con un fotografo. Lo ha reso noto la polizia. Il sergente Kevin Lowe della polizia locale ha confermato la notizia dell'arresto, ma senza chiarire se Tyson si trovasse ancora nello scalo. L'ex campione dei pesi massimi, 43 anni, nel 1992 venne condannato per stupro e ha scontato tre anni in carcere. Si è ritirato definitivamente dalla boxe nel 2005.

La zuffa "Ci sono molte versioni differenti della storia" ha detto il sergente Jim Holcomb della polizia aeroportuale di Los Angeles. Il Los Angeles Times, citando una fonte anonima, ha detto che Tyson ha raccontato alla polizia che il fotografo lo ha colpito per provocarlo, mentre il fotografo sostiene che Tyson gli abbia dato un pugno in faccia e abbia cercato di levare il negativo dalla macchina fotografica. Tyson esce da un anno difficile, a maggio ha perso la figlia di 4 anni, vittima di un incidente domestico: la bimba giocava vicino a uno degli attrezzi sportivi nella palestra del padre quando è rimasta impigliata in una delle cinte ed è morta soffocata.

Aeroporto difficile La rissa è solo l’ultimo incidente tra personaggi famosi e paparazzi avvenuto all’aeroporto di Los Angeles. Lo scorso anno, il rapper Kanye West è stato protagonista di un analogo scontro. Tyson, 43 anni, ha vinto il suo primo titolo pugilistico all’età di 20 anni e il suo soprannome Iron Mike deriva dalla sua fama di pugile feroce sul ring. Il pugile ha alle spalle una storia difficile e da ragazzo fu coinvolto nell’attività di bande di criminali a Brooklyn, a New York.