Tyson rischia 7 anni per cocaina

L'ex campione dei pesi massimi sarà processato il 16 gennaio per possesso di droga e guida sotto l'effetto di stupefacenti. Rischia da 2 anni e 3 mesi fino a 7 anni e mezzo di carcere. Il procuratore: "Per me non merita una seconda chance"

Phoenix – Il cazzotto più duro gliel’ha tirato la vita. Tu la guardia abbassata, lei un destro d’incontro. Tra naso e mandibola, dove fa più male. Le gambe molli, la testa vuota. Un boato, poi il tappeto e il silenzio. E per Mike Tyson quel silenzio rischia di avere le sbarre. Rischia fino a sette anni e mezzo di carcere per cocaina l’ex campione del mondo dei pesi massimi, uno dei pugili più forti dell’intera storia della boxe (con Mohammed Alì-Cassius Clay in circolazione ogni superlativo assoluto diventa superfluo). Lui che a 20 anni, partendo da Brooklyn, con la dinamite nei pugni e tanta fame nelle tasche s’era preso il primo titolo mondiale. Knock out a Trevor Berbick, era il 1986. E poi non s’è mai fermato. In quattro salti metteva l’avversario all’angolo, “Iron Mike”. E con quei pugni che cercavano l’anima in tre mosse lo sbranava. Anche fisicamente, come nel 1997, quando staccò a morsi un pezzo dell’orecchio di Evander Holyfield nella rivincita dell’incontro perso l’anno precedente. Adesso invece se ne resta all’angolo, impotente, a subire un colpo dietro l’altro. Senza nemmeno la lucidità per mettere su una guardia come si deve.

Ultimo giro E Tyson difficilmente eviterà la galera. La bravata di Scottsdale gli costerà cara. Sei giorni fa stava uscendo da un night e si è schiantato contro una macchina della polizia. Poi è saltata fuori la cocaina e l’ex campione ha detto allo sceriffo: “Sì, ho un problema, sono dipedente dalla cocaina e dall’alcol”. Il procuratore di Maricopa Andrew Thomas, citato dalla Cbs, ha annunciato che chiederà il carcere per l'ex pugile: “Secondo me ha sprecato la sua seconda chance di redimersi. Adesso basta. Non provo alcun piacere nel dire queste cose. una settimana fa i miei figli ed io eravamo al cinema a vedere Rocky Balboa in cui c'è anche un cameo con Tyson, e ora stiamo parlando della possibilità che lui torni in carcere”.

Galera Poche attenuanti. A Tyson non crede più nessuno e poi pesano i conti del passato (il periodo passato in carcere nell’Indiana nel 1991 per stupro e aggressione). Il pugile 40enne rischia da 2 anni e 3 mesi a 7 anni e mezzo di reclusione e sarà processato per quattro capi di imputazione: due penali, relativi al possesso di cocaina, e due amministrativi connessi alla guida sotto l'effetto di stupefacenti. L'udienza preliminare è in programma il prossimo 16 gennaio. Come si fa a prepararsi per l’incontro della vita è in dieci giorni?