Ötzi ucciso da una freccia che provocò un’emorragia

Ötzi, la mummia del cacciatore preistorico scoperto nel 1991 sulle Alpi fra Italia ed Austria, nel Similaun, morì circa 5000 anni fa, quasi sul colpo, dopo che una freccia che lo aveva colpito a una spalla provocò un’emorragia interna. Lo hanno annunciato i ricercatori svizzeri dopo un accurato esame radiologico. «La lesione di un’arteria vicino alla spalla è stata scoperta grazie a tecniche radiologiche ultrasofisticate», ha detto Frank Ruhli dell’Istituto di anatomia dell’università di Zurigo. Il corpo - conservato al Museo Archeologico di Bolzano - cadde in un crepaccio a oltre 3000 metri d’altitudine. Ötzi morì a circa 45 anni; era alto circa 1 metro e 60 e aveva occhi blu e capelli lunghi castani.