Ubriaco falcia con l'auto gruppo di turisti: un morto e 27 feriti

Ventenne con una Bmw piomba su un gruppo di persone a Cesano Maderno: aspettavano un pullman. Ucciso un pensionato, grave una bimba di sette anni. Il guidatore è stato arrestato

Milano - Sangue sull'asfalto accanto a borse, cappellini e altri oggetti sparsi, gente a terra che urla, persone prese dal panico con le mani nei capelli: è questo lo spettacolo che è apparso ai primi soccorritori arrivati in via Cavallotti a Cesano Maderno dove stamani poco prima delle cinque, una Bmw impazzita, guidata da un ventenne che aveva assunto alcol, è piombata su duecento gitanti pronti a partire in pullman per dei mercatini di Natale in Svizzera. Ventisette persone sono rimaste coinvolte nell'urto, quelle che stavano attraversando la strada, a doppio senso di circolazione, per raggiungere i pullman in attesa sull'altro lato.

L'auto è piombata su di loro e ha spezzato la vita di un pensionato di 61 anni (Giuseppe Lorenzetto, 61 anni, residente a Seregno) morto poco dopo il ricovero per la gravità delle ferite riportate, ha colpito duramente una bimba di sette che lotta per sopravvivere all'ospedale di Monza con una emorragia cerebrale. Nel freddo linguaggio dei soccorritori i feriti sono stati catalogati in due codici rossi, 16 gialli, ovvero di media gravità e 9 verdi, quelli per cui è andata meglio. Il ventenne che era alla guida dell'auto è stato arrestato per omicidio colposo. Nel suo sangue sarebbe stato riscontrato un tasso alcolico di poco superiore a quello consentito dalla legge come hanno spiegato i carabinieri che si stanno occupando delle indagini. Parlando con gli investigatori avrebbe spiegato di aver tentato invano di sterzare per evitare la gente ma di aver perso il controllo dell'auto, piombando nel centro del gruppo.


Il giovane arrestato è Pier M., 20 anni, impiegato in un'agenzia di assicurazioni. Dopo l'impatto è rimasto immobile in auto Il giovane ha detto di aver trascorso la notte in compagnia della fidanzata e di una coppia di amici. Poi aveva portato a casa la ragazza ed era rimasto con lei a chiacchierare in macchina. Stava quindi rincasando, ha spiegato, quando il gruppo di gitanti ha cominciato ad attraversare la strada per salire a bordo di un pullman. Ha quindi perso il controllo della sua Bmw che è piombata sulla comitiva. Pier M. è rimasto come impietrito in auto, ma i gitanti, dopo aver prestato i primi soccorsi, l'hanno preso e fatto uscire dall'abitacolo. I carabinieri di Desio (Milano) sono però arrivati immediatamente e l'hanno portato via a bordo della loro auto, evitandogli forse brutte conseguenze.