Ubs patteggia Sanzione e confisca per 1,5 milioni

Ubs ha patteggiato davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Milano la sanzione pecuniaria di 500mila euro e la confisca di un milione di euro nell’ambito del processo stralcio per aggiotaggio nell’ambito del crac Parmalat che vede imputate anche Citigroup, Deutsche Bank e Bank of America. Il patteggiamento è stato formalizzato in aula nel corso dell’udienza, poi rinviata al 5 novembre. Hanno patteggiato anche due ex manager di Ubs, Fabio Lisanti e Patrizia Cozzoli: sei mesi di reclusione per aggiotaggio convertiti in una pena pecuniaria di 6.450 euro. La stessa pena è stata patteggiata dall’ex funzionario di Db, Massimo Armanini. Le banche sono imputate in base alla legge 231 per la responsabilità amministrativa delle società nei reati commessi dai propri funzionari.