Uccide il compagno della casa di riposo perché si lamentava

«Si lamentava troppo, non mi lasciava dormire e mi disturbava». Livio S., pensionato di 75 anni, ha confessato ai carabinieri di Como l'omicidio di Ernesto Pagani, un invalido di 78 anni. I due da diverso tempo condividevano una stanza all'interno della Casa di cura di Como. Secondo una prima ricostruzione a scatenare l'omicidio sarebbero state le lamentele della vittima che la scorsa notte avrebbe richiesto più volte l'intervento degli infermieri e degli operatori della clinica per un dolore alla gamba.Livio, che da tempo non tollerava più il suo compagno di stanza, avrebbe preso un cuscino e lo avrebbe pigiato sul volto della vittima, invalida. Solo all’alba il personale della casa di cura ha scoperto il decesso e ha avvertito i carabinieri.