Uccide il figlio di 19 anni con dieci colpi di mannaia

In un raptus di follia, ieri verso mezzogiorno: ha inseguito per tutta la casa il figlio, colpendolo una decina di volte con una mannaia, lasciandolo poi morto davanti alla porta d’ingresso. Il delitto è stato scoperto dalla madre, Danila Imperio, 53 anni, rientrata verso le 16 nell’abitazione al secondo piano di via Morgantini 18. La donna ha trovato il ragazzo, Yuri Ciorcovih, 19 anni, steso a terra coperto da un lenzuolo. Il suo compagno, Giuseppe 50 anni, era invece a letto, completamente catatonico. La polizia lo ha arrestato e poi l’ha trasferito a Niguarda. Alla base del delitto sembra ci sia la forte depressione che aveva colpito il padre, negli ultimi tempi in cura presso una specialista.