Uccide il figlio di 2 anni perché non dice «amen»

Aveva lasciato morire di fame e di sete il figlio di 21 mesi perché non diceva «amen» dopo i pasti. È successo a Baltimora nel 2006, ma solo ora Ria Ramkissoon, una giovane madre di 21 anni, è stata incriminata con l’accusa di omicidio di primo grado. La tragedia si è consumata nel periodo in cui la donna apparteneva a una setta religiosa conosciuta con il nome di One Mind Ministries. Ringraziare Dio dopo ogni pasto era una delle regole fondamentali del gruppo, ma difficile da rispettare per il piccolo Javon Thompson. Oltre alla «Principessa Maria», nome usato dalla donna nella setta, anche altri quattro membri sono stati accusati dell’omicidio.