Uccide l’ex fidanzata e poi si toglie la vita

Ha ucciso l’ex fidanzata e si è poi sparato in bocca, morendo sul colpo. È successo a Fontanelle di Boves (Cuneo), al centro ricreativo per anziani vicino alla chiesa, verso le ore 20. Un’altra donna, che era nel locale, è rimasta ferita ed è ora ricoverata in ospedale. Protagonista dell’omicidio-suicidio un pensionato ex ferroviere di 63 anni. Ha sorpreso la donna, una vedova coetanea, mentre lei si trovava in auto con un suo amico e le ha sparato una prima volta, ferendola. La donna è riuscita a scappare, con l’altro uomo, rifugiandosi nel centro anziani, frequentato da molti pensionati nei giorni festivi, ma qui l’aggressore l’ha raggiunta, sparandole altre due colpi di pistola, che l’hanno uccisa. Un terzo proiettile ha ferito una donna di Borgo San Dalmazzo che si trovava vicino alla vittima. L’omicida, infine, è uscito dal centro anziani e si è ucciso, sparandosi.
La vittima si chiamava Maria Manetto, di 61 anni, e viveva a Fossano (Cuneo). Non è stata ancora resa nota l’identità dell’omicida che si è poi tolto la vita, un coetaneo della vittima che abitava nel Cuneese. La donna ferita, Olga Astegiano, 54 anni, è stata ricoverata all’ospedale di Cuneo: è stata colpita da un proiettile, ma la sua vita non sarebbe in pericolo. L’omicida avrebbe sparato con due pistole.