Uccisa al campo rom: preso marito romeno

È stato arrestato sabato sera, nel campo nomadi di via della Martora, nella zona di San Basilio, un romeno, di 39 anni, C.S.I., marito della donna di 38 anni trovata morta nella sua baracca sempre sabato, nello stesso campo, e trasportata da tre uomini davanti all’ospedale «Sandro Pertini». La Squadra Mobile romana aveva appurato che la donna era stata colpita da un proiettile di pistola e, in serata, le pattuglie di due «volanti» della polizia, nel corso di un controllo nel campo di via della Martora, hanno arrestato il marito romeno. L’uomo ha dichiarato che il colpo che ha ucciso la moglie è partito accidentalmente dalla sua pistola, un’arma detenuta illegalmente, mentre la stava pulendo. Sulla vicenda, dure le parole di Benvenuti (An), secondo il quale «le parole che tendono a minimizzare la situazione esistente nei campi nomadi non rappresentano la realtà che è ben diversa e che deve essere affrontata in tutta la sua gravità».