Uccisa in casa a fucilate Ferite 6 persone

da Palermo

Erano tutti insieme, dopo cena, in una villetta nelle campagne di Marsala. E insieme sono stati colpiti dalle fucilate sparate nel buio, dal giardino. Tragico il bilancio: morta la padrona di casa, una donna di 37 anni madre di sei figli; feriti gravemente il marito della donna, e un ospite, che ha perso un occhio; feriti, in maniera più leggera, una delle figlie della vittima, una ragazzina di 14 anni, e altre tre persone. Miracolosamente illeso un bimbo di 7 anni.
È giallo sull'agguato che giovedì sera ha visto vittima una famiglia di allevatori marsalesi, quella dei Peraino, in un'abitazione isolata di contrada Mandriglie. Oscuro il movente e chi fosse il reale destinatario dell'agguato. Ai poliziotti, accorsi perché chiamati dagli abitanti di alcune villette vicine, che avevano sentito gli spari, si è presentato un quadro sconvolgente nel soggiorno, chiuso da una porta-finestra: a terra, ormai senza vita, la padrona di casa, Vincenza Piazza; a terra, ferito al torace e alla mandibola, il marito, Vincenzo Peraino; e sul pavimento anche un ospite della coppia, Vito Cusenza, colpito alla tempia. Feriti lievemente gli altri presenti. Gli inquirenti non si sbilanciano, ma la pista privilegiata sembra quella di una vendetta maturata negli ambienti dei pastori, in una zona in cui l'incidenza dell'abigeato è altissima, l'ultimo furto, di 800 pecore, risale ad appena dieci giorni fa. Altra pista, quella di un regolamento di conti interno alla criminalità. Ma gli investigatori tendono ad escludere che Vincenza Piazza fosse la vittima designata, e stanno scavando sugli altri presenti. Quel che è certo è che il killer conosceva bene la zona.