Uccisa e murata in casa dal marito

Un muratore brianzolo, Luigi Gennaro, 48 anni, ha ucciso per gelosia la convivente peruviana, Anabela Paz di 36 anni, mentre visitavano la loro casa in ristrutturazione, poi ha preso il corpo e lo ha murato dopo aver tentato di scioglierlo nell’acido. L’omicidio risale a venerdì scorso, ma è stato scoperto solo quando l’uomo, che aveva denunciato la scomparsa della convivente per depistare i sospetti, ha confessato tutto ed è stato arrestato. Sarebbe stato il figlio, 4 anni, l’inconsapevole causa dell’omicidio. Secondo il muratore durante un violento litigio la convivente avrebbe urlato che il bimbo non era suo.