Uccisa edicolante 80enne Negozio dato alle fiamme Catturati i due assassini

Delitto a Nocera Inferiore. Il corpo senza vita di Gaetana Spinosa trovato nell'edicola: ferite alla testa e ustioni. Nella notte presi gli assassini

Salerno - L'hanno uccisa e poi cosparsa di alcol prima di darle fuoco. Due pregiudicati sono stati arrestati nella notte dai carabinieri nel corso delle indagini per la morte dell'anziana edicolante di Nocera Inferiore (Salerno) Gaetana Spinosa, 80 anni, trovata cadavere nella sua edicola-tabacchi.

Il tragico omicidio Dopo avere ucciso l'anziana signora, i due assassini hanno anche appiccato il fuoco nel locale, le fiamme hanno bruciato le suppellettili e solo l'intervento dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme distruggessero tutto. Il cadavere della donna, riverso sul pavimento, presentava una vasta ferita alla testa ed ustioni sul volto. Nel locale è stata trovata una bottiglia con liquido infiammabile. A dare l'allarme poco dopo le 14.30 sono stati alcuni passanti che hanno visto uscire del fumo dall' edicola.

Il ritrovamento del corpo Gaetana Spinosa non aveva figli ed era rimasta vedova da circa un anno. Quando nella tabaccheria-edicola sono entrati i vigili del fuoco hanno trovato a terra il corpo con la testa in una pozza di sangue ed il volto ustionato. A coordinare le indagini è il pm della procura di Nocera Inferiore Elena Guarino. Sarà l'autopsia a stabilire le cause della morte della giornalaia. Il medico legale Giovanni Zotti la eseguirà molto probabilmente domani nella sala settoriale dell' ospedale "Umberto I", dove il cadavere è stato trasferito. Da quanto si è appreso l'anziana avrebbe subìto più di un colpo alla testa, successivamente le è stato versato dell' alcool sul corpo.

L'arresto degli assassini Nel corso della notte, dopo lunghe perquisizioni i militari hanno fatto irruzione nell'abitazione di due pregiudicati dove sono stati ritrovati nella lavatrice otto dosi di cocaina, indumenti con tracce di sangue e l'intera refurtiva. I due malviventi avevano infatti rubato all'edicolante 500 euro in contanti e diverse stecche di sigarette, poi prima di darsi alla fuga, hanno cosparso il corpo della donna e le suppellettili della rivendita, con due bottiglie di alcol prelevate dagli scaffali del negozio, appiccando così il fuoco.