Uccisa da fuga gas Genero condannato

Ha causato la morte della suocera, tentando di aggiustare la caldaia del gas e per questo Mauro T., 47 anni, è stato condannato a 6 mesi e a 600 euro di multa. Il giudice infatti lo ha condannato non solo per omicidio colposo, ma anche esercizio abusivo di professione e violazione della legge sul gas. La morte della donna, 80enne, e dei suoi tre gatti risale al primo marzo 2005. L’anziana è stata trovata morta nella casa di via Sammartini che condivideva con la figlia e il genero perché aveva fatto scorrere l’acqua calda per prepararsi un bagno. A causa della caldaia mal funzionante con un tubo d’areazione ostruito, l’ambiente si era saturato di monossido di carbonio e l’80enne ne aveva respirato le esalazioni insieme ai suoi animali. La figlia e il genero si erano salvati perché erano fuori casa.