Uccise il figlio neonato 16 anni a una badante

È stata condannata a 16 anni di reclusione la badante polacca che il 26 giugno 2006 uccise a forbiciate il bambino appena partorito e lo nascose in una scatola nella casa in cui lavorava, a Latina. Anna Dorota Richlycka, 22 anni, è stata condannata per omicidio e occultamento di cadavere con rito abbreviato dal giudice Tiziana Coccoluto. Il suo avvocato, Maria Concetta Belli, che aveva chiesto il riconoscimento della seminfermità mentale, ha preannunciato ricorso in appello.