Uccise la moglie Inflitti 14 anni

Ha ucciso la moglie, sparandole alla tempia, poco dopo la mezzanotte del 31 dicembre 2004. Ieri Luigi Corradi, un gioielliere di 54 anni residente a Mezzate, una frazione di Peschiera Borromeo, è stato condannato dal giudice per l'udienza preliminare Giulia Turri a 14 anni di reclusione. L'uomo, affetto da depressione bipolare, nella notte di capodanno ha sparato alla moglie Giuseppina, 51 anni, uccidendola. Il pubblico ministero Sergio Spadaro aveva chiesto 18 anni. Il gup, che ha giudicato l'imputato con rito abbreviato, non ha riconosciuto la seminfermità mentale, ma gli ha concesso le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti.