Uccise la moglie: libero grazie all’indulto

Uccise la moglie soffocandola con il cuscino ma ora è libero grazie all’indulto, dopo una condanna a due anni e otto mesi per omicidio colposo, interamente condonata. Si tratta di Tommaso Principia, un pensionato di 64 anni arrestato nel novembre del 2005 a Roma con l’accusa di avere ucciso la moglie Maria Grazia Mocci nella loro abitazione a San Giovanni. La condanna e la successiva remissione in libertà sono state pronunciate ieri dal gup del Tribunale di Roma, Guicla Mullari, dopo il rito abbreviato.