Uccise padre e madre: prosciolto sedicenne

Totalmente incapace di intendere e di volere. Con questa motivazione il tribunale per i minori ha assolto Federico G., il sedicenne che il 18 ottobre uccise i genitori a colpi di pistola nel loro appartamento di via Filippo Turati, all’Esquilino. Il ragazzo, che già prima del duplice omicidio aveva dovuto ricorrere a un centro di igiene mentale, motivò il suo gesto proprio con il suo rifiuto di frequentare la struttura sanitaria «perché lì - aggiunse - si soffre tanto». E in un centro di accoglienza, quello di «Villa Letizia», finirà ora.