Uccise il rivale: vigilantes condannato a 10 anni 8 mesi

Diventato guardia giurata da pochi mesi, la sera dello scorso 2 agosto ha sparato ad Assago contro un rivale nel corso di una rissa scatenata per futili gelosie. Ieri Davide Malgeri è stato condannato con rito abbreviato a 10 anni e 8 mesi di reclusione per omicidio volontario. Sei anni e quattro mesi sono stati invece inflitti agli amici Fabio Stanzione e Marco Rodolfo Cimino, operai. L’omicidio era avvenuto in via Matteotti durante una lite tra due gruppi di ragazzi. Antonio Di Bella, 19 anni, era stato ucciso da Malgeri, 21 anni, con un colpo al petto. I due, insieme a degli amici, si erano dati appuntamento alle 22 per «risolvere» a botte una questione: una ragazza che aveva lasciato Di Bella per Malgeri. Quest’ultimo aveva mangiato una pizza con i suoi due amici, di 20 e 21 anni, a cui aveva dichiarato: «Se butta male sparerò in aria».