Uccise un tifoso, preso argentino

Irruzione dei carabinieri del nucleo investigativo di Roma in un residence all’Infernetto per arrestare Alberto Ariel Luna, 32enne pregiudicato argentino e ricercato in campo internazionale da oltre un anno per un provvedimento di arresto emesso dalle autorità argentine. Luna è ritenuto responsabile di un omicidio e di un tentato omicidio commessi il 7 agosto 2007 nel corso di scontri di piazza al termine dell’incontro di calcio tra il Boca juniors e River Plate. Nel corso di questi scontri, secondo le accuse, Luna uccise a colpi di pistola Gonzalo Acro Osvaldo e ferì gravemente Gaston Matera. In seguito, dalla latitanza, l’uomo aveva ammesso di essere il responsabile del fatto di sangue con la divulgazione di un video, anche per scagionare altri tifosi che erano stati coinvolti negli scontri. Poi si era rifugiato in Spagna sotto falso nome. Negli ultimi giorni l’Interpol romana aveva segnalato la possibile presenza del ricercato nella capitale.