Uccisi 5 soldati Nato Rapito il governatore della regione di Kunar

Cinque soldati della Nato, un civile e cinque poliziotti afghani sono stati uccisi ieri in attentati nell’est e nel sud dell’Afghanistan. Lo si apprende da fonti militari e della polizia. «Quattro soldati dell’Isaf e un civile sono morti nell’esplosione di una bomba rudimentale nella provincia di Kunar», ha reso noto un comunicato della Forza internazionale in Afghanistan (Isaf) della Nato, senza fornire ulteriori precisazioni o la nazionalità delle vittime. La provincia di Kunar è situata alla frontiera con le zone tribali del Pakistan, dove i talebani e i combattenti di al Qaida hanno ricompattato le loro forze. La maggior parte dei soldati Nato dispiegati nell’area sono statunitensi. In questa stessa provincia il governatore del distretto di Marawara, Abdul Ghayas Haqmal, che aveva di recentemente opposto resistenza a un attacco dei talebani, è stato rapito ieri nella sua casa da uomini armati.