Ucciso in auto dal futuro genero

Era andato a casa del fidanzato della figlia per convincere la ragazza a tornare a casa: qui l’uomo, dopo un incontro degenerato in lite furibonda, è stato ucciso. È successo ieri pomeriggio a Mede, in provincia di Pavia. Rosario Loria, 57enne originario di Palermo ma residente a Candia Lomellina, è stato ucciso da quattro colpi di pistola sparati mentre se ne stava andando a bordo della sua auto, un’Alfa 146. Era appena stato a casa di Francesco Vitale, trentenne di San Giuseppe Jato (Palermo) e fidanzato della figlia Stefania, per tentare di far tornare a casa sua figlia, che lì si era trasferita. Dopo un acceso litigio - sembra che la ragazza non fosse presente - l’uomo è salito in macchina, dove è stato raggiunto dai colpi mortali. Ora Francesco Vitale e il fratello Carmelo sono stati fermati dai Carabinieri con l’accusa di omicidio volontario.