Ucciso e decapitato per 10mila euro

Ucciso con tre colpi di pistola, una semiautomatica, e poi sezionato con un’ascia e un coltellaccio. È stato ucciso così l’ucraino Vasyl Hryndey, la cui testa è stata trovata dai carabinieri in un canale a Cavanella d’Adige, nel Veneziano. Tutto, secondo le prime indicazioni, per un debito di 10mila euro. Elementi che sarebbero stati forniti da una ragazza ucraina, che ha assistito al delitto e ha indicato agli investigatori un moldavo come l’esecutore.