Ucciso tra la folla da due sicari

È caccia ai due killer che giovedì sera, con il volto coperto dal casco integrale, hanno raggiunto a bordo di uno scooter un pregiudicato in una zona centralissima di Napoli e gli hanno sparato contro una dozzina di colpi di arma da fuoco. L’agguato è avvenuto intorno alle 19, in una trafficatissima via Salvator Rosa, all’incrocio tra via Battistello Caracciolo e via Girolamo Santacroce, nello stesso luogo dove il 16 ottobre del 2004 venne ucciso il diciassettenne Salvatore Albino, ucciso dal padre della ragazzina a cui aveva rubato il motorino. A cadere sotto i colpi dei sicari è stato Antonio Colucci, 49 anni, pluripregiudicato, cognato dell’uomo che uccise il ragazzino, e conosciuto nel quartiere come «o’mericano». Al momento dell’agguato Colucci stava uscendo dal suo negozio di scarpe. Vicinissimi, ci sono un bar e una tabaccheria. Tanta la gente in giro, per questo al rumore degli spari il panico è inevitabile. Colucci è stato colpito al torace più volte. Soccorso, è stato trasportato all’ospedale Cardarelli dove è morto pochi minuti dopo l’arrivo.