Ucciso il sindaco di un comune del Casertano

Giovanni Piscitello, 52 anni, primo cittadino di Cervino, è stato legato poi chiuso in un auto che è stata data alle fiamme

Caserta - Giovanni Piscitelli, di 52 anni, sindaco del piccolo comune di Cervino, in provincia di Caserta è stato ucciso la scorsa notte. Il cadavere dell’uomo, semicarbonizzato, è stato trovato in una zona di campagna a Durazzano, a qualche chilometro da Cervino. Secondo i primi accertamenti, Piscitelli è stato rinchiuso in un’auto e legato. Il veicolo è stato dato alle fiamme. L’uomo è riuscito ad aprire uno sportello e ad uscire dall’abitacolo, presumibilmente avvolto dalle fiamme.
Piscitelli era atteso a casa per le 20 di ieri. Trascorse alcune ore, i familiari hanno avvertito i carabinieri del mancato rientro. Le ricerche erano appena cominciate quando al centralino del comando provinciale dei carabinieri di Caserta è giunta la comunicazione di un agricoltore di Durazzano, il quale segnalava un incendio in una zona isolata. I carabinieri si sono così recati sul posto ed hanno scoperto il cadavere. Piscitelli aveva i piedi legati con del filo di ferro. Il sindaco di Cervino aveva precedenti per abuso d’ufficio. Negli ultimi tempi i suoi rapporti con alcuni dipendenti del Comune si erano fatti tesi ed aveva anche adottato per qualcuno provvedimenti di sospensione.