Udc, adesso Broglia non «c’entra» più

Detto in politichese è il «tentativo di creare le condizioni per un confronto basato sul dialogo». Riferito in gergo trattasi del «primo passo per far fuori Fabio Broglia». E insomma è scontro aperto in casa Udc. In Regione il centrista a lungo capogruppo di se stesso è stato destituito e costretto a lasciare il posto al nuovo collega, ex azzurro, Nicola Abbundo. Nel Comitato provinciale poi c’è maretta, con una raccolta di firme che, cominciata prima di Natale, mira all’autoconvocazione con all’ordine del giorno la sfiducia del segretario provinciale, Broglia appunto. Come da antica (e mai superata) scuola democristiana, gli esponenti del partito han giocato tutta la partita a carte coperte, senza che nessuna mossa trapelasse. (...)