Udc tra le assenze rilevanti

Assenti. Giustificati o no? Venerdì sera a palazzo San Giorgio a Genova si è celebrato il tradizionale appuntamento del “Cardinal Dinner”, promosso da qualche anno prima del periodo natalizio dalla Fondazione Magistrato Misericordia per raccogliere fondi in beneficenza. Una serata che riunisce industriali, politici, amministratori, imprenditori, rappresentanti delle professioni della Liguria insieme all’Arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco e che, venerdì scorso, ha visto rimanere vuote sedie di un certo peso.
All’appello mancavano il sindaco di Genova Marta Vincenzi, il presidente della Provincia Alessandro Repetto e, udite, udite, tutta l’Udc. Il partito che si rifà più degli altri alle tradizioni e ai valori cristiani e che vanta la propria vicinanza al pensiero della Chiesa assente alla cena con il cardinale. Non c’era il commissario regionale Rosario Montelone ma nemmeno il deputato Gabriella Mondello così come il coordinatore provinciale dello scudo crociato Giovanni Boitano.
Vuoti che fanno discutere. Mentre sulla mancata presenza del partito politico di centro si può chiacchierare, ci si interroga sul perché siano rimasti vuoti i posti a tavola riservati al primo cittadino e al presidente della Provincia in una serata legata sì alla beneficenza ma che si presenta anche come momento di confronto per le realtà portanti della città.