Udienze saltate in tribunale Agenti spalano a San Vittore

Numerose udienze saltate a causa della impossibilità di portare in tribunale i detenuti rinchiusi a San Vittore: questa la principale conseguenza della nevicata di ieri sul funzionamento della giustizia milanese. Secondo quanto reso noto dalla direzione del carcere di piazza Filangieri, gli agenti di polizia penitenziaria incaricati dei trasferimenti sono rimasti impegnati nei lavori di spalamento necessari all’interno della prigione; inoltre buona parte degli autobus blindati utilizzati per il trasporto erano bloccati dalla neve. I processi bloccati dalla mancanza degli imputati sono stati rinviati alla prima data disponibile.
Dell’emergenza neve ha rischiato di beneficiare anche uno dei due sudamericani arrestati il giorno della Befana in via Torino per avere rubato alcune magliette accecando con una placca di alluminio la targa antifurto. L’interprete di spagnolo necessario per interrogare l’uomo non è riuscito ad arrivare in tribunale, e il difensore ha chiesto pertanto che l’arresto non venisse convalidato. Ma il giudice Ilaria Simi de Burgis ha ritenuto che la nevicata rientrasse tra le cause di impossibilità previste dal codice e ha quindi convalidato il provvedimento.