Udinese A Catania senza Di Natale Marino: «Siamo consapevoli e realisti»

Udine Senza Di Natale bloccato da un problema ad un ginocchio, l’Udinese scende a Catania, il miglior attacco contro la difesa meno permeabile: «È una partita che fa decisamente un bell’effetto, ma la vera sorpresa sono proprio i rossoblù - osserva il mister dei friulani Pasquale Marino e due stagioni siciliane nel curriculum -, soprattutto dopo un paio di salvezze conquistate all’ultima giornata. Questa squadra ha tanti «miei» giocatori: le ragioni di questo exploit sono nella bravura di Zenga ma, soprattutto, nella raggiunta maturità del gruppo. In casa, poi, il Catania non ha ancora subito reti e questo fa capire quanto il nostro compito sarà arduo».
Travolgente contro Tottenham e Roma, ma a Lecce l’Udinese ha sofferto: «Dobbiamo assolutamente evitare di ripetere quel brutto primo tempo: se succederà non avremo scampo. L’Udinese deve esprimersi come se, davanti, ci fossero sempre Inter, Milan e Juventus, curare i minimi dettagli e non accusare cedimenti sul piano psicologico. La vittoria sulla Roma ci ha dato una bella spinta, ma non bisogna abusare della consapevolezza dei nostri mezzi».