Ue, allarme di Juncker:sull'orlo della recessioneMonti vedrà la Merkel

Il presidente dell'Eurogruppo: "L'Europa è sull'orlo di una recessione, la cui ampiezza deve essere ancora determinata"

"L’Europa è sull’orlo della recessione". A lanciare l'allarme è Jean-Claude Juncker, presidente dell’Eurogruppo e premier del Lussemburgo, che lamenta una situazione "difficile", ma comunque "affrontabile". Parlando alla radio tedesca Ndr, Juncker ha dichiarato che la zona dell’euro è sull’orlo di una recessione la cui ampiezza potenziale resta sconosciuta e "deve essere ancora determinata".

Adesso, l'unica soluzione per ovviare alla crisi secondo Juncker, è che l'Europa agisca subito e "in modo adeguato al rallentamento economico". Il presidente dell'Eurogruppo parla anche della situazione greca ed esclude che il paese di Papademos possa uscire dall'area dell'Euro. E poi assicura: "La Grecia non sta considerando il ritorno alla Dracma".  

Junker, in una dichiarazione al Telegraph ha sottolineato come "i depositi bancari presso la Bce hanno raggiunto un livello record" e i creditori "rimangono riluttanti a concedere prestiti". Insomma, per l'Europa è arrivato il momento di prendere delle decisioni.

Intanto, proprio per discutere della crisi economica e contrastare la crisi del debito in Italia e in Europa, il presidente del Consiglio Mario Monti incontrerà il cancelliere tedesco Angela Merkel la prossima settimana a Berlino. A renderlo noto è il portavoce del governo tedesco, Georg Streiter, precisando che Monti farà la sua prima visita nella capitale tedesca in veste di premier l'11 gennaio.