La Ue avverte Prodi: «La manovra non basta»

Il giorno dopo l’annuncio della riduzione della manovra da 35 a 30 miliardi, il commissario europeo Almunia avverte l’Italia: «Il risanamento delle finanze pubbliche non termina con la correzione del deficit al di sotto del 3 per cento». Almunia, sottolinea che questo è ancor più necessario dal momento che «il debito pubblico è superiore al 100% e i tassi di interesse sono in ascesa». Il commissario europeo inoltre invita Prodi e Padoa-Schioppa ad approfittare della ripresa per risanare i conti pubblici. Anche le agenzie di rating puntano gli occhi sull’Italia e minacciano di declassare il nostro debito pubblico. Oggi la Finanziaria al Consiglio dei ministri.