La Ue a Belgrado: adesione solo dopo l’arresto di Mladic

Bruxelles. Se la Serbia non arresterà l’ex generale serbo bosniaco latitante Ratko Mladic entro 24 ore, la Commissione europea «non avrà altra scelta che cancellare il prossimo round di negoziati Asa (Accordo di stabilizzazione e associazione, ndr) con la Serbia», previsti per l’11 maggio a Belgrado. Lo ha ribadito ieri a Bruxelles il commissario Ue all’allargamento, Olli Rehn. Bruxelles è pronta a riaprire i contatti con Belgrado appena l’ostacolo Mladic sarà superato. «I negoziati possono ripartire il giorno stesso, se verrà ristabilita la piena cooperazione» con il tribunale dell’Aia, ha precisato Rehn.