La Ue chiede lumi a Ryanair

La Ue chiede chiarimenti a Ryanair sull’ipotesi che la compagnia non consideri validi i biglietti non comprati sul suo sito web ufficiale. Lo rende noto il commissario Antonio Tajani, per il quale l’obiettivo è quello di evitare disservizi. «E disagi si potrebbero verificare anche per gli aeroporti», spiega Tajani, ricordando il regolamento Ue sui diritti dei passeggeri secondo il quale gli Stati membri possono decidere di applicare sanzioni alle compagnie.