Ue: l'ultimo giorno di Javier Solana

Da domani l'Alto rappresentante della politica estera dell'Unione sarà sostituito da «Mrs Pesc»Catherine Ashton. Il congedo con un auspicio: «Spero che la Serbia entri in Europa».

L'ultimo atto ufficiale di Javier Solana, come Alto rappresentante della politica estera della Ue, è stato un incontro con il presidente serbo Boris Tadic.
«Come sapete oggi è il mio ultimo giorno come Alto rappresentante e sono felice che l'ultima visita sia stata con Boris Tadic», ha detto Solana, apparso sorridente ma anche commosso. «La Serbia è sempre stata nel mio cuore e spero veramente che la prossima volta che avrò l'occasione di incontrare Tadic, la Serbia faccia parte integrante dell'Unione europea. La Ue - ha aggiunto Solana - non sarà completa finché la Serbia non entrerà a farne parte».
«Ho una grandissima speranza nel futuro dell'Unione europea», ha dichiarato. Domani sarà infatti sostituito dal nuovo alto rappresentante con i poteri allargati in base al trattato di Lisbona Catherine Ashton.
«Spero - ha detto Solana - che dopo la crisi l'Europa crescerà nel mondo. L'Europa deve svolgere un ruolo più importante, più dinamico, più forte».