Ue, nuovi progetti contro il terrore

La Commissione Europea sta varando nuove misure antiterrorismo. In particolare ieri ha stanziato un finanziamento di 15 milioni di euro per un sistema integrato di sicurezza che agirà nei trasporti pubblici delle varie città europee. Combinerà sensori, videocamere automatiche o teleguidate, radar a onde penetranti e scanner. Il progetto si chiama Trips (Transports infrastructures protection system). Come spiega la Commissione in un documento, il suo compito è quello di «permettere l’individuazione di minacce terroristiche come esplosivi e sostanze chimiche, radiologiche o nucleari nelle ferrovie e metropolitane». Il consorzio di imprese coinvolte, che saranno 17 provenienti da 10 Paesi dell’Unione, sarà guidato dall’italiana Ansaldo Trasporti-Sistemi ferroviari. La Galileo Avionics, sempre italiana, sarà l’impresa leader del consorzio di 16 società che svilupperanno il progetto Sobcah, per la sorveglianza delle frontiere esterne dell’Unione.