La Ue si taglia gli stipendi, ma dal 2014

Il Parlamento europeo ha approvato ieri il nuovo «statuto degli eurodeputati», con 403 voti a favore, 89 contrari e 92 astenuti. Lo statuto fissa lo stipendio base degli europarlamentari a 7.000 euro per tutti, eliminando le differenze nazionali, ma entrerà in vigore definitivamente soltanto nel 2014. Fino ad allora, a partire dalla prossima legislatura nel 2009, un periodo transitorio permetterà ai Paesi di mantenere il vecchio sistemain vigore. Intanto Tony Blair, presidente di turno della Ue, ha aperto il suo discorso programmatico a Bruxelles con una dichiarazione di fede all'Europa unita. «Sono sempre stato un europeista appassionato». E ha incassato così il suo primo applauso davanti al Parlamento europeo.