Ue, spesa e debito: Italia maglia nera

L' Eurostat: nel 2006 disavanzo al 4,4%, indebitamento al 106,8%. Zona euro, il paese più virtuoso è la Finlandia con un saldo pubblico in attivo del 3,8%. Italia: debito 1.575 milioni di euro

Bruxelles - Spetta all’Italia la maglia nera per i peggio conti pubblici della zona euro nel 2006. È quanto emerge dai dati Eurostat su deficit e debito pubblico degli Stati membri dell’anno scorso. Nel 2006 il rapporto deficit/Pil italiano ha raggiunto il record di 4,4 per cento. Tra i Paesi della moneta unica in seconda posizione si trova il Portogallo con 3,8 per cento e, a grande distanza, si trovano Grecia e Francia con il 2,5 per cento.

Debito alle stelle Il confronto non è migliore per quanto riguarda il debito pubblico, che l’anno scorso in Italia si è assestato al 106,8 per cento: il più alto della zona euro ma anche dell’Ue a 27. Segue la Grecia con il 95,3 per cento e il Belgio con l’88,2 per cento. Il Paese più virtuoso della zona euro è la Finlandia, che ha chiuso il 2006 con un saldo pubblico in attivo del 3,8 per cento, mentre per il debito pubblico il record spetta al Lussemburgo con il 6,6 per cento.

Ma l'Europa va meglio Il deficit medio dell’eurozona nel 2006 è sceso all’1,5% del pil dal 2,5% del 2005, in calo anche il debito pubblico, dal 70,3% del 2005 al 68,6%. Per l’Ue a 27 stati membri, il disavanzo medio registrato è pari all’ 1,6% (dal 2,4% del 2005), l’indebitamento al 61,4% (dal 62,7%). Per l’Italia nel 2006 i dati sono un pò meno rosei: con un deficit/pil al 4,4% il nostro paese si colloca al penultimo posto nei 27, dietro solo all’Ungheria (-9,2%). Quanto a debito pubblico è al primo posto con 106,8%, ben distaccata dai due paesi che la seguono, la Grecia (95,3%) e il Belgio (88,2%). Dati comunque per l’Italia ben noti da tempo, nel 2006 il bilancio italiano è stato penalizzato da decisione Ue, come l’esclusione dalle entrate di una voce riguardante le Ferrovie dello Stato e la bocciatura dell’Iva più elevata per le auto con relativi rimborsi. Complessivamente, nel 2006 sono 21 i paesi che hanno registrato un miglioramento del bilancio pubblico, cinque segnano un peggioramento, tra cui l’Italia. Solo uno, la Danimarca, è rimasto invariato.

Paesi virtuosi Non mancano paesi virtuosi che registrano un surplus di bilancio (tra un massimo di +4,6% della Danimarca e un minimo di +0,4% del Belgio), ben 10 in tutto Danimarca, Finlandia, Estonia, Bulgaria, Irlanda, Svezia, Spagna, Lussemburgo, Olanda e Belgio. Anche sul fronte del debito i dati variano moltissimo. Complessivamente, sono 10 gli stati membri con un rapporto debito-pil superiore al 60%, tra cui ovviamente l’Italia.

Italia: debito 1.575 milioni di euro In termini assoluti, infine, il deficit medio dell’eurozona nel 2006 ha segnato 129.171 milioni di euro, quello dei 27 di 188.249 milioni di euro. Il debito pubblico registra rispettivamente 5.801.886 milioni e 7.151.270 milioni. Per l’Italia il disavanzo è pari a 65.504 milioni di euro, il debito pubblico 1.575.441 milioni di euro.