La Uefa promuove San Siro

San Siro promosso. Mancano le virgolette dell'ufficialità dell'Uefa, ma comunque la delegazione del governo del calcio europeo è stata favorevolmente impressionata dall'ispezione allo stadio Meazza, che proprio nei giorni scorsi (il 19 settembre) ha compiuto 80 anni. Per la delegazione parla Giorgio Marchetti, ex presidente di Lega e direttore del calcio professionistico europeo. «Quella di San Siro è una presentazione eccellente - spiega il delegato Uefa -. Lo stadio dà buone garanzie e dispone di standard estremamente soddisfacenti. Qui a Milano si va nella direzione dei grandi stadi europei. L'impianto sembra adatto per ospitare Euro 2012».
Pagella positiva, insomma, con la Uefa colpita positivamente dai cantieri già aperti per l'adeguamento agli standard di sicurezza imposti dal decreto Pisanu e dal progetto di ammodernamento. Non è ancora a cinque stelle, nessuno stadio italiano lo è, ma ci sta arrivando. «Per Milano - dice l'assessore allo Sport di Palazzo Marino, Giovanni Terzi - questa è un'occasione importante, perché uno degli obiettivi di questa giunta è riportare la città ai vertici internazionali. Serve l'impegno di tutti gli operatori del mondo sportivo e stiamo pensando anche all'organizzazione delle Universiadi del 2013».
A Milano, come nelle altre sette città candidate a ospitare la manifestazione, la Uefa non si è limitata a una visita del campo di gioco. Marchetti e gli altri cinque dell'esecutivo hanno verificato disponibilità e affidabilità dei terreni per gli allenamenti (Milanello, Appiano Gentile, il Brianteo di Monza e il centro Vismara) più due alberghi per la ricettività del comitato dell'Uefa (Principe di Savoia e Visconti Palace). E il teatro Arcimboldi è candidato ad ospitare la presentazione ufficiale e il sorteggio dei gironi degli Europei.